Cosa comporta la vendita con riserva di proprietà?

Quando si decide di vendere o di acquistare un immobile con riserva di proprietà é bene conoscere gli effetti giuridici di tale contratto, per fare una scelta consapevole in merito alla convenienza o meno in base alle nostre esigenze. Continua a leggere

Vendita con riserva di proprietà

Il codice civile all’articolo 1523 dice che é un tipo di vendita in cui il venditore conserva la qualità di proprietario fino al pagamento dell’ultima rata del prezzo da parte del compratore che, a sua volta, solo in quel momento diventa proprietario. Continua a leggere

Categorie catastali

Le categorie catastali rappresentano dei raggruppamenti con cui vengono catalogati gli immobili al Nuovo Catasto edilizio Urbano e costituiscono l’indice di riferimento per classificarne la consistenza e le rendite (che è lo scopo principale del catasto).
In questo post tabella riassuntiva delle categorie catastali: Continua a leggere

Consistenza dell’unità immobiliare

E’ l’insieme delle qualità di un immobile in riferimento al segmento immobiliare, quindi della categoria, di cui fa parte. Per ogni segmento immobiliare sono stati definiti i parametri tecnici di misura della consistenza ad esempio il volume, la superficie, …. Fino a quanto le categorie saranno indicate con A, B, C, D ed E la consistenza si calcolerà come segue:

– gruppo A considera il vano catastale;

– gruppo B utilizza il metro cubo;

– gruppo C tramite il metro quadrato;

– per i gruppi D e E la rendita catastale viene calcolata tramite stima e non è tenuta la consistenza catastale. Continua a leggere

Caparra confirmatoria

Ai sensi dell’ articolo 1385 del codice civile la caparra confirmatoria corrisponde d una somma di denaro che si consegna alla parte venditrice per confermare la serietà del vincolo contrattuale e a titolo di acconto del prezzo pattuito.

Le caratteristiche fondamentali di questo tipo di caparra sono: se la parte che ha versato la caparra si rende successivamente inadempiente, il venditore può, solo se vuole, decidere di recedere dal contratto trattenendo la caparra come risarcimento del danno subito (derivante da mancato rispetto degli obblighi assunti dall’ acquirente); se invece è inadempiente colui che ha incassato la caparra, l’ acquirente può recedere dal contratto e pretendere la restituzione delle somme versate oltre ad un ulteriore somma pari alla caparra (sostanzialmente può richiedere il doppio della caparra anche a titolo di risarcimento dei danni subiti con il mancato acquisto).

Voglio farti una precisazione: quanto hai appena letto è una facoltà della parte lesa e non un obbligo in quanto la stessa può anche obbligare l’ altra parte ad adempiere agli obblighi contrattuali così come pattuiti. Continua a leggere

Quali documenti devo chiedere al venditore dell’immobile?

Il venditore di una casa oppure un buon agente immobiliare dovrebbe disporre e consegnare all’acquirente la documentazione necessaria a effettuare le opportune verifiche riguardanti la regolarità dell’immobile e l’assenza di eventuali formalità pregiudizievoli. Vediamo nel dettaglio quali sono. Continua a leggere

Atto di provenienza di un immobile oggetto di compravendita

E’ il precedente atto di acquisto dell’immobile che è stato sottoscritto dal proprietario e dal vecchio venditore davanti al notaio e comunemente viene chiamato “rogito”. Questo documento deve essere prodotto dal venditore ad un potenziale acquirente. In caso di trasferimento della proprietà per donazione, successione o decreto di trasferimento viene comunque prodotto un documento simile, molto utile anche per effettuare i necessari accertamenti presso l’Ufficio di Pubblicità Immobiliare circa la proprietà, le varie trascrizioni effettuate nel ventennio precedente e la presenza o meno di formalità pregiudizievoli alla vendita. Continua a leggere