La proposta d’acquisto tra privati. Risparmia ma fallo in sicurezza!


trattativa privata e sicura

trattativa privata e sicura

Come stipulare un contratto valido, quindi completo degli elementi essenziali.

La proposta d’acquisto tra privati, se stilata con criterio e facendo attenzione a ciò che ci si accinge a firmare, può comportare un bel risparmio: a volte si tende a sottovalutare il lavoro dell’agente immobiliare vedendolo come un puro costo e spesso può anche essere un giusto pensiero, ma altrettanto spesso ci si può trovare a sopportare costi ben peggiori se si commettono degli errori nella proposta d’acquisto. Pertanto, se la scelta di muoversi privatamente è ponderata consapevolmente, è necessario conoscere gli elementi essenziali che rendono efficace il contratto e le fasi della proposta. In questo articolo vedremo come evitare di sottoscrivere un contratto nullo o annullabile.

Un contratto prevede, anzitutto, l’accordo tra le parti che deve essere frutto della negoziazione tra le stesse e deve essere raggiunto senza che una delle persone che lo sottoscrive sia forzato a farlo. Infatti, nel caso dell’acquisto di un immobile si procede con una proposta d’acquisto dove il proponente si impegna, in caso di accettazione da parte del proprietario, a garantire le condizioni espresse nell’offerta. In seconda battuta, la parte a cui è rivolta la proposta, quindi il proprietario dell’immobile, formula una risposta che può essere affermativa o può far iniziare una trattativa fino alla conclusione di un accordo. A questo punto, non appena il proponente viene a conoscenza dell’accettazione del venditore, il contratto è concluso in quanto si è giunti all’accordo. A questo punto, la proposta d’acquisto diventa un contratto, in particolare è un contratto preliminare di compravendita, cioè il negozio giuridico che anticipa l’atto di compravendita effettivo, il rogito notarile di fronte al notaio.

L’oggetto dell’accordo, invece, è la prestazione che una parte deve eseguire nei confronti dell’altra che, nel caso della proposta d’acquisto, è il riconoscimento di una somma di denaro stabilita con la formulazione del contratto a fronte della cessione della proprietà di un bene, l’immobile.

Infine, il termine è l’evento futuro e certo a partire dal quale il contratto produrrà i suoi effetti, nel nostro caso l’atto di compravendita definitivo. Infatti da quel momento, il contratto di compravendita sarà il momento effettivo del trasferimento del diritto di proprietà contestualmente al pagamento del prezzo pattuito.

Se vuoi approfondire questo argomento, puoi consultare “Proposta senza Problemi” un corso accelerato e completissimo su come stilare una proposta d’acquisto, con tutte le possibili casistiche oppure richiederci una consulenza privata.

Inoltre, per tutelare gli assegni consegnati all’agente immobiliare a titolo di deposito fiduciario o al proprietario venditore, ti consiglio di scaricare gratis i 4 differenti modelli per le ricevute, che noi stessi utilizziamo. Richiedili dal form qui sotto.