Comprare casa senza agibilità

In alcuni comuni d’Italia ci si trova ad affrontare un problema legato alla compravendita immobiliare: si tratta della vendita di case prive del certificato di agibilità. In particolare oggi ci soffermiamo su un quesito posto da un lettore di Guida-Immobiliare.com, preoccupato di doversi accontentare di una casa senza agibilità. Leggi cosa ci ha scritto:

Buonasera,

sono di Roma e stiamo cercando casa. Purtroppo la maggior parte delle case a Roma non possiede certificato di agibilità.
E’ possibile acquistare un appartamento senza certificato di agibilità?
Inoltre come si può vincolare eventualmente la proposta di acquisto al certificato di agibilità (rilascio dello stesso oppure Richiesta depositata al comune)?

Grazie mille per il consiglio
Cordiali saluti

———————————————————————————————————————————————————
Hard at workphoto © 2008 Loozrboy | more info (via: Wylio)
Il nostro parere…

Ciao A.,

grazie mille per la tua domanda, che di certo potrà essere utile anche ad altri amici di

Guida-Immobiliare.com

Rispondo prima alla seconda domanda che in ordine alla risposta considero precedente.

La proposta d’acquisto è un atto unilaterale tramite il quale tu esprimi le tue volontà in merito all’acquisto e di conseguenza puoi apporre tutte le richieste che ritieni necessarie rispetto alle tue esigenze. Se per te questo aspetto è vincolante, quindi se non sei disposto ad acquistare un immobile senza agibilità, allora devi assolutamente inserire una condizione sospensiva, ovvero una clausola, che sospende gli effetti prodotti dal contratto sino al momento del rilascio del certificato di agibilità.




Tuttavia, come racconti nella tua mail, in alcuni comuni d’Italia è diffuso il “problema” dell’assenza dell’agibilità, quindi si tratta di scegliere probabilmente tra comprare o non comprare casa. Oppure un’altra alternativa è girare parecchio sino a che non trovi una casa già dichiarata agibile.

Riguardo alla possibilità di acquistare un immobile privo del certificato di agibilità, posso dirti che il notaio non oppone alcun ostacolo alla stipula dell’atto. Proprio due giorni fa ho accompagnato dei miei parenti per la sottoscrizione del compromesso di fronte ad un notaio per l’acquisto di un immobile senza agibilità. Nel nostro caso, abbiamo deciso di lasciar correre la questione per due motivi:

1)      Il comune in cui è ubicato l’immobile è in fase di ricostruzione in seguito al terremoto del Belice del 1968, pertanto molte case sono in attesa del certificato di agibilità e trovarne una già in regola sarebbe stato come cercare un ago in un pagliaio

2)      Il venditore ha già presentato la richiesta dell’agibilità presso il comune di competenza, che è impegnato con diversi casi come il nostro e, quindi, i tempi saranno lunghissimi. Tuttavia la richiesta è stata presentata.

A mio avviso la scelta è davvero una questione personale, ma ti confermo che è possibile anche perché altrimenti non si venderebbero case a Roma.

Nella speranza di aver esaudito la tua richiesta.

Ti saluto affettuosamente.

Alla prossima

Elena

PS: Prima di fare la proposta di acquisto, ascolta il nostro audio GRATUITO “Le 10 regole della proposta d’acquisto

Leggi anche i commenti e le richieste di aiuto dei lettori di Guida-Immobiliare.com qui
Troverai anche le nostre risposte, utili come approfondimento all’articolo che hai appena letto.
Se anche tu vuoi saperne di più o non ti è chiaro quanto spiegato, ti basta scriverci utilizzando il form per inserire la domanda.
E’ sufficiente cliccare su “pubblicare un commento” per avere la certezza di una nostra veloce risposta.
Grazie per l’attenzione!


I commenti sono chiusi