Casi particolari – espansione prima casa

Ebbene, diciamo che teoricamente la faccenda è risolvibile in quanto la Cassazione (sentenze n. 24986/06, n. 3735/99, n. 5433/98 e n.25902 del 29/10/2008) ha sancito che i benefici fiscali per la prima casa possono riguardare non solo l’unità immobiliare singola ma anche appartamenti risultanti dall’unione di più unità immobiliari, destinate a diventare un unico immobile. Continua a leggere

Requisiti per l’acquisto di una prima casa

I requisiti per usufruire dei benefici per acquisto prima casa sono i seguenti:

1. L’acquirente deve essere residente nel comune dove è situato l’immobile, che intende acquistare, oppure deve stabilire la residenza entro 18 mesi dalla stipula dell’atto di compravendita.
2. L’abitazione non deve essere considerata di lusso (vedi D.M. 2/08/1969, dove sono elencate le caratteristiche delle abitazioni di lusso)
3. Il compratore non deve essere proprietario neanche per quote di un’altra abitazione in tutto il territorio nazionale acquistata usufruendo dei benefici per l’acquisto della prima casa.
4. Non deve essere titolare neanche per quote di diritti di uso, usufrutto, abitazione o nuda proprietà su altra casa di abitazione, acquistata anche dal coniuge utilizzando tali benefici. Continua a leggere

Imposte da pagare se non è prima casa

Come abbiamo visto nell’articolo precedente, in caso di acquisto dell’abitazione principale, la tassazione è agevolata quindi le spese relative alle imposte saranno inferiori. Se, invece, l’acquisto dell’immobile non può essere considerato come prima casa, dovrai sborsare qualche soldino in più.Devi considerare che l’abitazione principale è un bene primario, quindi, lo stato tende a proteggerlo con le agevolazioni. Nel caso tu sia già proprietario di una prima casa, per beneficiare delle agevolazioni, dovrai venderla prima di effettuare un nuovo acquisto. Continua a leggere

Imposte da pagare per l’acquisto della prima casa

In questo post vediamo quali sono le imposte a cui è soggetto un acquirente di un’abitazione principale.
Al fine di rendere più agevole la consultazione, ti propongo una tabella dove riporto il caso dell’acquisto da un privato e da un’impresa edilizia. Le percentuali indicate dovranno essere applicate sul valore catastale dell’immobile, quindi per farti un’idea dovrai richiedere al venditore l’atto di provenienza dello stesso e procedere con i calcoli. Continua a leggere

La registrazione del contratto preliminare all’ Agenzia delle Entrate – come procedere e costi da sostenere

Registrare il contratto preliminare è un obbligo previsto per legge. Se vuoi sapere come si procede, leggi questo articolo e segui punto per punto i passaggi descritti. Continua a leggere